Menù superiore:


sfondo testata

CPIA Imperia

C.P.I.A. della provincia di Imperia



Percorso pagina:


Articoli con tag "iniziative"

4 Febbraio 2020

Ventimiglia, donati ai corsisti del Cpia 18 libri per il progetto Kifubon

L’iniziativa si è svolta nel corso di un incontro di lettura sul libro “Quando il deserto fiorisce” di Prem Rawat. 

Giovedì 30 gennaio, presso il plesso di Ventimiglia del Centro Provinciale per l’Istruzione degli Adulti di Imperia, diretto dalla prof.ssa Rosaria Scotti, si è svolto il primo di una serie di incontri di lettura sul libro “Quando il deserto fiorisce” di Prem Rawat.
L’iniziativa, curata per la parte didattica dal prof. Enzo Iorio, ha coinvolto gli adulti che frequentano i corsi serali del Cpia ai quali Frédérique Toubeau e Isolda Basic, entrambe sostenitrici del progetto Kifubon, hanno illustrato le finalità e l’importanza del progetto e hanno donato i libri.
Alla donazione ha fatto seguito la lettura della storia “Il secchio bucato”, tratta dal libro stesso, che ha stimolato riflessioni e interventi dei presenti sul suo significato. È stata poi proiettata una video intervista all’autore Prem Rawat (dal sito Kifubon). L’incontro si è concluso con la visione di un breve cartone animato incentrato sul racconto letto.
Nelle prossime settimane seguiranno altre sessioni di lettura del libro nell’ambito della prosecuzione del programma didattico della scuola.

Il progetto Kifubon
è un progetto di valenza sociale e umanitaria il cui obiettivo è di donare dei libri che portino un messaggio di speranza e che aiutino a creare una cultura di empatia e compassione.

“Quando il deserto fiorisce” di Prem Rawat.
Nato dalla lunga attività dell’autore come ambasciatore di pace in tutto il mondo, questo libro raccoglie un tesoro di semi preziosi. Racconti che trascendono le culture e i luoghi di provenienza e parlano di cose semplici e quotidiane – formiche, granelli di sabbia, tartarughe – e di persone comuni, ma che contengono un insegnamento prezioso…

L’autore del libro: Prem Rawat
Prem Rawat è nato nel 1957 in India, vicino alla città di Haridwar, nel nord del paese. All’età di tredici anni è stato invitato a tenere un discorso negli Stati Uniti e da allora ha continuato a girare per il mondo per comunicare il suo messaggio di pace. Ha fondato la The Prem Rawat Foundation, il cui scopo è contribuire al miglioramento della qualità di vita, garantendo pace e dignità a tutti.
Il suo sito è www.premrawat.com


22 Marzo 2019

Per la Giornata Mondiale del Teatro, Don Chisciotte al Cpia di Ventimiglia

Mercoledì 27 marzo, alle ore 18, aula 19, plesso CPIA di Ventimiglia

Mercoledì 27 marzo, in occasione della Giornata Mondiale del Teatro, il Cpia di Ventimiglia invita allievi, amici e amanti della cultura all’evento “Don Chisciotte al Cpia”.

27 MARZO: GIORNATA INTERNAZIONALE DEL TEATRO

CPIA – Centro Provinciale Istruzione Adulti

DON CHISCIOTTE
AL CPIA

Brani dal capolavoro di Miguel de Cervantes letti da

GIANFRANCO LOCURATOLO e FRANCESCO TODARO

Inquadramento storico/letterario a cura del prof.

ENZO IORIO

Con la partecipazione degli allievi dei corsi del CPIA.

Aula 19, plesso CPIA, via Roma, 61 – VENTIMIGLIA

INGRESSO LIBERO


17 Dicembre 2018

Ventimiglia, il viaggio di Céline nella Grande Guerra letto a scuola

 

In occasione del Centenario della fine della Grande Guerra, il plesso di Ventimiglia del CPIA di Imperia organizza una lettura collettiva di brani sull’atroce stupidità della guerra, tratti dal capolavoro di Louis-Ferdinand Céline  “Viaggio al termine della notte“.

L’iniziativa, curata dai docenti del CPIA, vede la partecipazione degli allievi iscritti ai corsi del Centro di Istruzione per gli adulti di Ventimiglia, ma si avvale anche della collaborazione di appassionati lettori esterni alla scuola che presteranno le proprie voci per una lettura collettiva e “integrante”, il cui scopo è lanciare un messaggio di pace universale.

L’appuntamento, aperto al pubblico, è fissato per giovedì 20 dicembre 2018, alle ore 18, presso l’aula n°19 del plesso di Ventimiglia, in via Roma 61.

 


6 Giugno 2018

TEATRO AL CPIA, la fotogallery dello spettacolo andato in scena a Ventimiglia

La compagnia teatrale L.E.A. dell’Università di Nizza, regista Jean Spizzo, ha portato in scena Pirandello e Schnitzler.

Venerdì 25 maggio, il CPIA di Ventimiglia ha aperto le porte al pubblico per lo spettacolo “L’inganno del desiderio”. Sono andati in scena “La morsa” di Luigi Pirandello e quattro quadri tratti dal “Girotondo” di Arthur Schnitzler, a cura della Compagnia Teatrale L.E.A. dell’Università di Nizza, per la regia di Jean Spizzo.
Molto apprezzata dal pubblico presente in sala, l’iniziativa teatrale organizzata dall’affiatato team di insegnanti del plesso di Ventimiglia e giunta quest’anno alla sua terza edizione, ha offerto un’occasione di riflessione su due opere che, pur diverse nella loro origine geografica e letteraria, hanno in comune “l’ambivalenza dei sentimenti nella relazione amorosa e l’inganno che sottende il rapporto di seduzione”.
Sul palco: Antoine TenaceEmilia Di PippoFrancesca FrassanitoGiulio CastellanoSéverine Groyer. Tutti molto bravi e sapientemente diretti da Jean Spizzo.

Leggi anche:

Il teatro di Pirandello e Schnitzler va in scena al CPIA


17 Maggio 2018

Il teatro di Pirandello e Schnitzler va in scena al CPIA

Venerdì 25 maggio, ore 18:30, CPIA Ventimiglia – Aula Magna Biancheri – Via Roma, 61.

Il CPIA di Ventimiglia apre le porte al pubblico per due interessanti spettacoli.
Venerdì 25 maggio, ore 18:30, andranno in scena “La morsa” di Luigi Pirandello e quattro quadri tratti dal “Girotondo” di Arthur Schnitzler, a cura della Compagnia Teatrale L.E.A. dell’Università di Nizza, regia di Jean Spizzo.
Sul palco: Antoine Tenace, Emilia Di Pippo, Francesca Frassanito, Giulio Castellano, Séverine Groyer.
Ingresso libero.

 

Di seguito, la presentazione dello spettacolo, in una nota del regista stesso, Jean Spizzo.

Perché associare in uno spettacolo teatrale il siciliano Luigi Pirandello e il viennese Arthur Schnitzlzer?
A parte la loro quasi contemporaneità, ambedue si caratterizzano per l’anticonformismo e la capacità di scandagliare zone inesplorate dell’inconscio.
La prima dei “Sei personaggi in cerca d’autore” di Pirandello al teatro Argentina di Roma destò un clamoroso scandalo. Una sorte analoga toccò al “Girotondo” di Schnitzler: la sua pubblicazione fu censurata per vent’anni e alle prime rappresentazioni, a Berlino nel 1920 e a Vienna nel 1921, seguì un processo per pornografia.
Il punto in comune fra i quadri di “Girotondo” e l’atto unico de “La morsa” è forse l’ambivalenza dei sentimenti nella relazione amorosa e l’inganno che sottende il rapporto di seduzione.
In Schnitzler il desiderio s’incrementa in maniera sottile, a misura di una comparazione con un’esperienza precedente: ogni personaggio ha due partner consecutivi e riappare quindi in due scene di seguito. Questa struttura circolare costituisce proprio il “girotondo” del titolo (che inizialmente era “Girotondo amoroso”). In quest’opera ogni personaggio gode all’insaputa dell’altro, pur spiando il segreto del suo godimento rubato.
“La morsa” ha invece una struttura più lineare e un esito di gran lunga più tragico. Il desiderio d’amore non è qui disgiunto dal desiderio di far soffrire. Il marito lascia a lungo gli amanti adulteri nell’incertezza della sua conoscenza della loro relazione, quasi godendosela a distanza. Poi sottomette la moglie, che pur lo ama, ad un inesorabile ricatto sui figli, spingendola al suicidio. La progressività del tormento inflitto dà il titolo al dramma ed evidenzia l’estrema tensione del pervertimento di un desiderio amoroso fallito.

Il regista
Jean Spizzo


25 Gennaio 2018

Giorno della Memoria 2018, iniziative al CPIA di Imperia

Il 27 gennaio, ogni anno, la Repubblica italiana celebra il “Giorno della Memoria”, istituito dalla Legge 20 luglio 2000 n.211 “al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati (art.1).

Ecco le iniziative organizzate per la Giornata della Memoria presso le sedi del CPIA di Imperia.

Plesso di Imperia
Classi coinvolte: Biennio Scuola Superiore (1°Livello, 2° Periodo).
Approfondimenti sul tema della Shoah tratti da “Se questo è un uomo” di P. Levi e lettura del libro “Goccia del Mare” di Enzo Iorio, a cura della prof.ssa Federica Natta.

Plesso di Ventimiglia
Classi coinvolte: Alfabetizzazione alunni stranieri (B1), Terza Media (1°Livello, 1° Periodo), Biennio Scuola Superiore (1°Livello, 2° Periodo), Allievi dei Corsi di Ampliamento dell’Offerta Formativa.
Approfondimenti sul tema della Shoah e lettura del libro “Goccia del Mare”, a cura dei proff. Tullio Gugole, Enzo Iorio, Teresa Palmero.

 

 


16 Maggio 2017

Al CPIA di Ventimiglia va in scena “La Locandiera”

Venerdì 26 maggio, alle ore 18:30, nell’Aula Magna dell’I.C. “Biancheri”

 

Venerdì 26 maggio –  Ore 18:30

La compagnia teatrale L.E.A. dell’Università di Nizza ha il piacere di invitarvi alla rappresentazione de

“La locandiera”
di Carlo Goldoni

nell’ambito del progetto “Teatro al CPIA”.
I.C. Biancheri – Aula Magna – Via Roma, 61 – Ventimiglia

Ingresso libero

LA LOCANDIERA
di Carlo Goldoni

Regia di Jean Spizzo
Nella sua presentazione de La locandiera Goldoni scrive: «Fra tutte le Commedie da me sinora composte, starei per dire essere questa la più morale, la più utile, la più istruttiva». Più utile per chi? Per gli uomini, conferma l’autore, i quali potranno vedere nell’esempio del Cavaliere come per resistere alla seduzione femminile non serva presumere delle proprie forze ma convenga solo fuggire.
Se questo Cavaliere si dichiara sin dall’inizio così presuntuosamente nemico delle donne è probabilmente perché cova in lui un desiderio rimosso del sesso gentile più forte che negli altri. Mirandolina, la protagonista di questa pièce, con la sottile arte della seduzione saprà far venire a galla questo desiderio, trionfando così sulla pretesa misoginia del Cavaliere.
Ma l’esito della commedia avrà un’utilità anche per lei. Questa locandiera, fiera della sua indipendenza economica, abituata ad essere corteggiata da avventori anche nobili, non sopporta di essere ignorata dal solo che proclama insensibilità al suo fascino. Come Don Giovanni, che non ammette eccezioni alle sue conquiste, Mirandolina, per puntiglio, vuol vincere l’unico uomo che le resiste. Questo sarà il suo godimento, non privo di un certo compiacimento sadico, che ella si procurerà attraverso una maliziosa messa in scena, nella quale troveremo conferma che l’arte della seduzione è sorella dell’arte teatrale.
Il povero Cavaliere finirà non solo avvilito ma anche distrutto. Il trionfo di Mirandolina sembra quasi eccessivo e lei stessa ne proverà spavento se non rimorso. Il matrimonio con Fabrizio, il fedele servitore al quale l’aveva raccomandata il padre prima di morire, chiuderà questa folle parentesi in cui si sarà sfiorato l’eccesso dell’«ubris», che non appartiene solo alla tragedia ma si verifica anche in una commedia così deliziosa come «La locandiera».
Jean Spizzo

14 Gennaio 2017

Al CPIA di Ventimiglia una conferenza sulle comete

Lunedì 16 gennaio 2017, alle ore 20.30, la dott. Elena Notari, astrofisica all’Osservatorio di Nizza, terrà una conferenza su “Le comete e le ultime scoperte”.

Le comete e le ultime scoperte

Organizzata dal CPIA – Centro Provinciale di Istruzione per gli Adulti, l’iniziativa avrà luogo nell’aula magna delle scuole medie, in Via Roma n° 61, a Ventimiglia.

La conferenza giunge a pochi giorni dall’Epifania, la festa che secondo la tradizione cristiana rievoca la visita a Gesù Bambino da parte dei Re Magi. Dice la dottoressa Notari: “I Magi hanno seguito un segno nel cielo, un segno che dava loro gioia. Con strumenti certamente più potenti oggi continuiamo a osservare il cielo andando persino ad “atterrare” su oggetti lontanissimi. Quali segni cerchiamo?”.

L’incontro di lunedì sera rientra nel programma di iniziative che ogni anno i docenti del CPIA mettono in campo per offrire delle occasioni di cultura, di spettacolo e di intrattenimento istruttivo sia ai propri allievi che a tutta la cittadinanza interessata.

L’ingresso è libero e gratuito.


25 Novembre 2016

Ventimiglia, “Fiocco Bianco” annullato per allerta meteo

Si comunica che, causa scuola chiusa in seguito a ordinanza del Sindaco per allerta meteo, l’evento “La sera del Fiocco Bianco” a celebrazione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza Contro le Donne, programmato per la serata di oggi, venerdì 25 novembre, c/o Aula Magna della scuola media “Biancheri” di Ventimiglia, è ANNULLATO.

screenshot_62a


23 Novembre 2016

A Ventimiglia, la Sera del “Fiocco Bianco”

ATTENZIONE: EVENTO ANNULLATO PER ALLERTA METEO

Venerdì 25 novembre, alle ore 20, andrà in scena l’evento “La sera del Fiocco Bianco”, iniziativa di solidarietà in occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza contro le Donne.

Locandina evento 25 novembre 2016





Sito realizzato con "Amministrazione Accessibile", il tema Wordpress per la Pubblica Amministrazione e gli Enti non profit.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per le sue funzionalità. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi